cerca nel sito Enrico Maria Radaelli
Sito di metafisica e teologia per un progetto culturale cattolico Aurea Domus Aurea Domus Aurea Domus

All’Attacco!

Cristo vince.

Il nuovo libro di
Enrico Maria Radaelli.

HOMEPAGE > EIKONA INDICE >
INTERVISTA a « RADICI CRISTIANE »

Intervista di « Radici Cristiane » al professor Enrico Maria Radaelli. *
A cura di Luca Marcolivio.

IL FINE ULTIMO E PIÙ NOBILE
DELL’ARTE È PERMETTERE
LA CONOSCENZA DI DIO.

A proposito della pubblicazione del saggio
Ingresso alla Bellezza. Fondamenti a un’Estetica trinitaria.

Per ordinare il libro da cui nasce l’intervista, rivolgersi all’Autore con una e-mail.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaFonte primigenia della bellezza è il Dio trinitario. Partendo da questa certezza è possibile discernere i contenuti profondi di molti secoli di arte sacra, la quale rimane uno dei più nobili strumenti di conoscenza del divino.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa tematica è stata approfondita in modo sistematico da Enrico Maria Radaelli, docente di Filoofia dell’Estetica e Filosofia della Conoscenza presso la Pontificia Università Lateranense e direttore del Dipartimentodi Estetica dell’Associazione Internazionale “Sensus Communis” di Roma.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl professor Radaelli è autore di numerosi volumi sull’argomento, in particolare Ingresso alla Bellezza. Fondamenti a un’Estetica trinitaria (fedecultura, Verona, 2007) e di una biografia su Romano Amerio: Romano Amerio. Della verità e dellamore (Marco Editore, Lungro di Cosenza, 2005).

* * *

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaL’estetica secondo i pagani e secondo i cristiani: quale novità apportarono i Padri della Chiesa in questo ramo della filosofia?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica Qui, per capire le cose, bisogna alzarsi subito come aquile. Infatti dobbiamo renderci conto che il Figlio di Dio governa i secoli dall’alto sia prima che dopo la sua incarnazione nel Cristo, sicché già in Platone e Aristotele il suo amore prepara gli uomini ad avvicinare verità a bellezza, giacché, posto che una luce risplende nella sua propria luce, già per i pagani Dio è massimamente vero tanto quanto è massimamente bello.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLe novità portate dai Padri e in specie da san Tommaso sono molte. La prima è che Dio non solo è la Pulchritudo, ma, col Cristo, è anche il suo portatore, è ‘Pulcriforo’: Egli insieme alla Verità porta agli uomini la gloria della propria Bellezza.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIn Gesù l’invisibile diventa visibile: il « Chi vede me vede il Padre » di Gv 14,9 è il mistico asse dell’immenso arcobaleno che la bellezza apre sul mondo: arcobaleno preparatorio e velato nei secoli scuri che si aprono al Cristo, arcobaleno fulgido e conclusivo nei nostri ripieni di Cristo.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaCosa si intende per ‘estetica trinitaria’?


Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaVede, per contrastare lo scetticismo, il relativismo e il fideismo del pensiero contemporaneo il cristiano ha nella ss. Trinità uno strumento formidabile: ha il Verbo, la Ragione che nasce dalla Mente del Padre. Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaL’ ‘estetica trinitaria’ è quel pensiero che guarda la faccia luminosa e bella del Verbo, della Ragione, e, così guardandola, scopre che lo splendore è quello di uno Specchio che riflette pienamente la Mente genitrice, come affermano le Scritture: « Il quale [Figlio] è l’immagine dell’invisibile Dio [Padre] » (Col. 1,15); « Il quale [GESÙ] è l’immagine di Dio [Padre] » (II Cor. 4,4); « Il quale [Figlio], splendore della gloria e figura della sostanza sua [di Dio]…» (Ebr. 1,3), etc.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaNel suo volume “Ingresso alla bellezza” Lei cita i concetti di “logos” e “imago”. Ci può spiegare la dialettica che intercorre tra i due?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa certo: ecco le altre prorompenti novità. San Tommaso, trasformate quelle parole in teologia, nella sua Summa mostra che il Figlio Unigenito possiede, oltre il Nome già noto di Verbum, anche quello di Imago.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaA mia volta ora io faccio notare due fatti: primo, che il fiume della bellezza dunque non solo nasce in Dio, ma nasce solo in Dio Trinità: nel Figlio, che è lo Splendore del Padre; secondo, che questi suoi due Nomi non possono fare a meno uno dell’altro: come farebbe infatti il Verbum, il Pensiero, a presentarsi alla stessa Mente del Padre da cui nasce se non risplendesse nell’Imago, nel Volto di questo Pensiero?
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDifatti il Padre si bea della propria potenza nella somma beltà del Figlio, che lo rispecchia tutto e magnificamente, come l’affresco della Visione dei Cieli rispecchia la volta della cupola della Chiesa del Gesù a Roma, da cui quasi è emanato: il nesso tra Verbum e Specchio, o Imago, è inscindibile, perché un pensiero deve essere sempre rappresentato, e, simmetricamente – ecco la forte dialettica tra i due –, un’immagine deve sempre racchiudere un pensiero.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaEd ecco che così ci garantiamo una volta di più che la ragione conosce: il suo stesso fondamento è conoscere, poiché la ragione stessa da se stessa si rappresenta a sé, cioè si conosce; la ragione ha la propria immagine in cui si rispecchia e si conosce (e, così conoscendosi, si ama).
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuesto è un argomento formidabile contro lo scetticismo di Cartesio e dei suoi più recenti epigoni, immersi nel gorgo del relativismo dove a loro sembra che non si veda nulla, voragine infinita che insistono a chiamare di insensatezza e di incomprensibilità.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa la ragione si conosce e da ciò si ama.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaCosa distingue l’arte sacra dall’arte profana?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa filosofia estetica trinitaria, che, come visto, è un approccio fatto apposta per conoscere, e conoscere lietamente, può affermare che sacra è quell’arte che aiuta a conoscere Dio – la Trinità – attraverso il Volto di Cristo, che lo illustra in tutta la volta dello spazio e del tempo: la Storia Sacra è il Volto di Cristo che si manifesta da Abramo all’acme della croce, e che nell’Eucaristia sarà nascosto sacramento; la storia universale è il campo a cui Cristo si svela e che Cristo via via raccoglie nella sua salvezza se la risposta è di buona volontà.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaL’arte profana invece scosta, contrasta e persino rigetta la conoscenza del Volto di Cristo, della Ragione, e lo fa con mille sotterfugi, da quelli iniziati con le falsamente giulive allegorie profane del ’700 a quelli più apertamente aberranti, quali sempre più spesso si trovano nell’arte di crisi che noi diciamo contemporanea, frutto marcio di un’accolita di professionisti della provocazione che hanno rotto con la realtà, con la bellezza e con la gente.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaAl giorno d’oggi c’è ancora spazio per un’arte sacra, sostenuta da un’estetica genuinamente cristiana?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaOggi si è acuita la contrapposizione frontale tra arte sacra e arte profana, il combattimento tra Arte-di-conoscenza e Arte-di-sconoscenza, tra l’Angelo dalle ali d’oro della Bellezza e l’Angelo rattrappito della Bruttezza.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuest’ultimo, avvolto in un manto senza occhi, e percorsa la terra seminando relativismo, scetticismo e fideismo con orrori di ogni genere, ha fatto irruzione anche nel Tempio di Dio, nel Luogo principe della Conoscenza, nella Rocca dove il Mistero della fede viene da secoli illustrato attraverso le scene viste e conosciute dalla ragione, dagli occhi dei credenti in Cristo.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaPer ricacciare Arte-di-sconoscenza e i suoi sgorbi insensati, gli artisti e i teologi da cui sono guidati debbono riprendere la lezione trinitaria data dalla Chiesa e culminata con Caravaggio, che “conoscere si può”, e che anzi solo col cristianesimo possono spargersi i riflessi d’oro dell’Angelo della conoscenza.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQual è il suo giudizio sull’architettura ecclesiastica moderna contrapposta a quella tradizionale?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLe mille forme delle mille tradizioni che hanno germogliato nei secoli cattedrali e cappelle di bellezza indescrivibile sono tutte fondate sul comune denominatore dato dal nesso tra Imago e Verbum: quel nesso stabilisce che “conoscere Dio si può”, e si può – anzi si deve – proprio guardando il Volto di Cristo.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa l’architettura ecclesiastica moderna rompe questo sodalizio, alza le chiese non come fossero, per esempio, la croce in cui quasi entra ogni fedele, ma come edifici simili in tutto a quelli civili, di modo che i fedeli entrano in chiesa come si entra nei centri commerciali, negli uffici, negli stadi, nei cinema, così da non più entrare nella dimensione soprannaturale, non più salire ai Cieli, come vi salivano entrando in cappelle o in cattedrali cruciformi innalzate intorno all’Ostia consacrata.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaChi non crede più alla Presenza reale di Dio nella Consacrazione non alza più, per cingerla adeguatamente, edifici che somiglino al Cielo, dove è Dio.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica Quali differenze intercorrono, anche sul piano estetico, tra la Messa tridentina e le celebrazioni secondo il ‘Novus Ordo’?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDove nasce la Pulchritudo? Nasce dal Nome Imago, dunque dalla Trinità e dalla celeste Liturgia che si compie nei Cieli. Questa Liturgia poi discende nell’Incarnazione e nella Croce sulla terra: l’Imago si fa carne e si offre al Padre.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa Messa, anche la più recente e odierna, dev’essere immagine sempre somigliante in tutto alla Prima, quasi una con essa, come lo è fino alla Tridentina, e come invece nelle liturgie fabbricate a partire dal Novus Ordo non è affatto, per almeno tre motivi: uno, che l’immagine della Prima liturgia è una Croce (un Sacrificio), mentre quelle del Novus Ordo pretendono di essere invece quelle di una Pasqua (di una Cena); due, che oggetto della Prima è Cristo, e oggetto di quelle è invece una comunità, la loro comunità; tre, che l’Ordine del sacerdozio è snervato nel sacerdozio comune proprio a tutti i fedeli. Dunque la differenza fondamentale è che, perdendo le principali caratteristiche per somigliare alla Prima, col Novus Ordo si è persa l’unità.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl fideismo poi, uno dei mostri più fieramente avversi al Figlio, perché strappa gli argomenti di ragione alla fede, si annida facilmente nel Novus Ordo, intorno al quale sono state innalzate migliaia di chiese dove si è persa anche la minima intenzione di decorare pareti, soffittature e volte con le realistiche storie dei santi e le pressanti Visioni dei Cieli, ossia mostrando il Volto di Cristo nascosto nel Sacramento.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica Dove inizia e dove finisce la libertà di espressione dell’artista?

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaL’artista non è un uomo più libero degli altri. Tutti gli artisti dovrebbero tendere a far conoscere la ss. Trinità, e ogni arte è ordinata, nella sua specie e nel suo ordine – come ogni altra cosa del creato – a far risplendere agli uomini questa conoscenza. L’artista è in qualche modo un insegnante, e la sua arte – il suo insegnamento – deve essere, oltretutto, convincente.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa sua libertà d’espressione dunque comincia dove cominciano il suo insegnamento e la sua capacità retorica (la sua poetica) per convincere l’osservatore della verità insegnata, la quale verità, in pittura, scultura o architettura che sia, non può sfuggire alle esigenze del Logos, a quell’imperio o governo del Logos da cui abbiamo iniziato e a cui nessun uomo di buona volontà deve voler sottrarsi, perché solo uniformando sé e le proprie opere alla sua divina Imago, al suo Volto irradiante bellezza e amore, potrà salvarsi e anche altri salvare.

* * *

(Pagina protetta dai diritti editoriali.)

* * *




Per ordinare il libro rivolgersi all’Autore con una e-mail.

* * *

Inizio pagina

HOMEPAGE · CONVIVIUM · ACÙLEUS · HORTUS · GYMNASIUM
ROMANO AMERIO · EIKÒNA · THESAURUS · CALENDARIUM

Sito realizzato da BLUQUADRO