cerca nel sito Enrico Maria Radaelli
Sito di metafisica e teologia per un progetto culturale cattolico Aurea Domus Aurea Domus Aurea Domus

All’Attacco!

Cristo vince.

Il nuovo libro di
Enrico Maria Radaelli.

HOMEPAGE > ROMANO AMERIO INDICE >
 RAGIONE, FEDE E NATURA NELL'UOMO /1


R
AGIONE, FEDE E NATURA
NELL’UOMO.


Testo inedito di Romano Amerio, con breve glossa di Enrico Maria Radaelli,
da Romano Amerio: Metaphysica Scripta.
.
(A proposito di un articolo di Dario Antiseri su Kant e la religione cattolica,
« Avvenire » del 26 gennaio 1994.)

(Pagina 1)


Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaVi sono alcuni punti che per un cattolico sono indubitabili. Per esempio che l’esistenza di Dio è una verità filosofica. Se non fosse una verità filosofica tutto il resto della nostra fede sarebbe dubitoso. La verità filosofica è una verità che si può conseguire con l’esercizio della ragione. Perché le contrarie opinioni distruggono la ragione e, conseguentemente, misconoscono la natura dell’uomo: io posso credere la Risurrezione, la Immacolata Concezione, la Divinità di Cristo, solo se ho assodato – non per fede, ma per forza di ragione – che Dio esiste. E anche l’immortalità dell’anima non è un oggetto “di fede”, è un oggetto “di ragione”.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIntendiamoci: l’immortalità dell’anima può anche essere creduta ma, anche se è creduta, può essere dimostrata razionalmente. Fa parte delle credenze fondamentali, nella nostra religione, come il fatto che Dio esiste.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa qual è il costrutto dell’articolo per pencolare dalla parte kantiana? Il veleno di Kant, come insegnava padre Matiussi nel 1915-20, è questo: è la negazione della possibilità umana di conoscere: “Quello che conosciamo è soltanto noi stessi, è soltanto la forma con cui noi diamo nome alle cose, che rimangono inconoscibili”. Quindi è la negazione della ragione, è la negazione della natura umana. La natura umana è essenzialmente conoscitiva: non raggiunge ogni parte del reale – ci sono sterminate parti del reale che sfuggono alla ragione – ma tuttavia la ragione è capace, la ragione è valida.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaInvece l’autore dell’articolo pone anche degli interrogativi che suppongono che la ragione non sia valida, suppongono che l’uomo conosca soltanto le forme con cui l’uomo apprende un reale che gli sfugge.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaÈ un articolo che propende al Kant, che nega il fondamento della nostra religione. Perché la nostra religione ha un fondamento razionale: ci sono molte cose che la nostra ragione può conoscere; ce ne son molte di più che oltrepassano il confine della conoscenza razionale e che costituiscono l’ambito della fede. Ma la fede è razionale perché riguarda sempre un oggetto razionalmente conoscibile. Vengo a sapere che Dio è Trino nelle Persone. Questa è una verità assolutamente inarrivabile con la ragione ma, se ho stabilito con la ragione che Dio esiste, non mi ripugna di apprendere, per un’altra via che non sia quella della ragione e che è quella della fede, che Dio è Trino.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaA me pare che se si leva il fondamento razionale alla nostra religione, si leva la religione: tutto rimane sospeso al sentimento.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMi pare che l’autore con questi interrogativi equipollenti non affermi come si deve affermare il valore della ragione. Quindi il giornale cattolico, organo dell’episcopato italiano, doveva perlomeno fare una postilla.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaL’intento dell’autore è quello di captare la cultura contemporanea, far vedere che la Chiesa è aperta, così aperta che abbraccia varie filosofie, compresa quella kantiana. È, in fondo, una posizione distruttrice della ragione. Io non posso credere la Risurrezione di Cristo se non ho stabilito di certezza razionale che esiste Dio; non posso insegnare che Dio si è incarnato, se non mi consta che Dio è.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaRiguardo qualche interrogazione: “È Aristotele che fonda la fede, o è Cristo?”, se tu chiami aristoteliche le virtù razionali di ogni genere, si può dire che Aristotele è il fondamento della religione, perché fondamento ne sono le verità razionali ricercate, indagate da Aristotele. Egli, con la sua dottrina del motore immobile, del primo motore, ha stabilito un fondamento inconfutabile: è proprio vero che, se c’è questa cosa che muta, se c’è questa cosa che acquista successivamente delle perfezioni che non aveva, ci deve essere la causa di questo movimento e la causa è un ente che non è in movimento.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuindi, quando si dice verità aristotelica, si intende verità filosofica perché è vero che Aristotele è il fondamento. Così, l’immortalità è cosa che può essere anche creduta, ma è certo che l’immortalità è fondata in una ragione valida e inconfutabile: nell’essere umano c’è un elemento, c’è un lume che passa oltre l’umano; per cui il nostro Santo Padre Paolo VI una certa volta disse: “La Chiesa cattolica è oggi la sola che difenda la ragione”.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa ragione dell’immortalità si riduce alla dimostrazione che nella creatura umana c’è un lume sovrumano; anche il Rosmini fonda la peculiarità della natura umana e quindi l’immortalità, sul fatto che alla nostra anima è dato un lume che non viene dalla nostra anima perché noi siamo mortali, e questo lume è un lume eterno, un lume divino. Per il Rosmini questo è un lume impresso immediatamente da Dio nell’anima; secondo san Tommaso non è un lume impresso ma è un lume che il nostro intelletto riconosce.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaComunque, se noi siamo immortali, lo siamo perché siamo razionali: la ragione è infatti una facoltà che oltrepassa ogni contingenza. Le verità possono essere soltanto storiche, ma esistono delle verità sovrastoriche, che vuol dire sovratemporali, intemporali, e il modernismo, in fondo, conteneva l’errore principale: che l’uomo non avrebbe in sé che dei lumi puramente temporali, puramente storici; tutto quello che l’uomo elabora nella religione sarebbe elaborazione del suo sentimento soggettivo; e questo è Kant.

ROMANO AMERIO

Registrazione e revisione effettuata a Lugano, 4 febbraio 1994.

* * *

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaUNA CONSIDERAZIONE.

Dunque dalla filosofia di Amerio si possono trarre delle conclusioni precise: la prima, che la ragione dell’uomo fa la sua natura: distruggere la ragione dell’uomo è distruggerne la natura. (Segue a p. 2)

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica

* * *

(Pagina protetta dai diritti editoriali.)

* * *

Inizio pagina

 

HOMEPAGE · CONVIVIUM · ACÙLEUS · HORTUS · GYMNASIUM
ROMANO AMERIO · EIKÒNA · THESAURUS ·

Sito realizzato da BLUQUADRO