cerca nel sito Enrico Maria Radaelli
Sito di metafisica e teologia per un progetto culturale cattolico Aurea Domus Aurea Domus Aurea Domus

All’Attacco!

Cristo vince.

Il nuovo libro di
Enrico Maria Radaelli.

HOMEPAGE > ACÙLEUS INDICE >
ARTICOLO SU CRISTIANESIMO E ISLAM/1

Enrico Maria Radaelli *

UNA GUERRA DI IRRELIGIONE.


COME LA “PRIMA GUERRA DEL GOLFO” SIA STATA UN GRAVE PERICOLO
PER LA RELIGIONE CATTOLICA E PER LA CIVILTÀ CHE NE SEGUE.

L’articolo è pubblicato su « La Tradizione Cattolica », n. 1 (49), 2002.

(Pag. 1) Vai a p. 2 di 7.


Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl conflitto iniziato con l'atterramento delle Torri Gemelle del World Trade Center di New York prepara un nuovo assetto ideologico-religioso del mondo, di cui noi ora intravediamo solo i primi lineamenti. In questa guerra atipica sono coinvolti popoli segnati da tre credenze fondamentali: un ceppo protestante, in particolare della specie calvinista dominante, un ceppo musulmano e un ceppo giudaico. Tenendo conto del delicatissimo momento, assolutamente non tradizionale, che sta passando la Chiesa, segnato gravemente da dottrine eterodosse come quella dell'ecumenismo, si può temere di dover presagire delle future configurazioni ideologiche oltremodo pericolose per la fede.

Tre falsificazioni
di un conflitto
incompreso.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuesto articolo vuole dimostrare, in particolare, quanto si somiglino le ossature più interne delle tre confessioni indicate e, data questa loro straordinaria somiglianza, quanto l'imperante mentalità da esse figliata possa sommergere quello che resta della sana mentalità cattolica. Vediamone immediatamente i primi tre risultati già conseguiti. Lo sviamento inizia da essi.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl primo risultato è la patente di moderazione e di pacificità che le autorità civili e religiose di tutto il mondo, non da ultima quella del Papa, si sono premurate di riconoscere all'islamismo barbaro e belluino che dall'anno 610 A. D., di secolo in secolo, senza tralasciarne alcuno, attanaglia la cristianità fino ad arrivare, da Occidente, fino a Poitiers e, (a Roma), alle basiliche di san Pietro e di san Paolo fuori le mura; da Oriente fino a Vienna.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl secondo risultato lo si vede nel vistoso quanto falso nascondimento dei motivi religiosi e ideologici del conflitto, adducendo come causa la natura pacifica (sic), di tutte le religioni coinvolte. Per cui la cosiddetta opinione pubblica mondiale vuole sostenere che le religioni, essendo pacifiche, sono estranee al conflitto, promosso, per parte musulmana, solo da fanatici sanguinari.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaTerzo risultato è la saldatura sempre meno tattica e sempre più profonda tra le cosiddette nazioni moderate islamiche e l'Occidente, saldatura tesa a ristabilire lo statu quo utile a entrambi per perpetuare i propri particolari interessi paradossalmente antitetici. Quali sono questi interessi? Per l'Occidente quello di prosperare sempre più in una dimensione fondamentalmente ateistica. Per l'islamismo "moderato" quello di continuare a nascondere le proprie vergognose violenze contro le anime dei propri sudditi agli occhi delle nazioni più civili, riuscendo addirittura a presentarsi come possente religione che, il proprio "dio", dai suoi fedeli lo farebbe davvero adorare come si conviene.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuesti tre primi risultati interferiscono pesantemente sulla Chiesa cattolica in due modi. Primo: essa viene imprigionata in una morsa di violenza morale per cui è costretta a subire (tollerare) due mali gravissimi, a lei non nuovi, ma ora più stritolanti: quello, da una parte, del naturalismo e immanentismo ideologico e pratico delle moderne nazioni occidentali, e quello, dall'altra, di un monoteismo religioso falsissimo fatto passare come consimile al proprio. Secondo: essa è espropriata delle sue caratteristiche peculiari di essere tra i popoli l'unica vera portatrice di giustizia, di civiltà e di pace, in quanto portatrice dei valori soprannaturali e naturali propri della vera religione.

I veri termini
del conflitto.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDa più di un anno l'attrito incandescente tra palestinesi e israeliani, degenerando dopo decenni di incrudelimento da parte di entrambe le parti, ha raggiunto un livello di violenza tale che le due nazioni non trovano ormai più alcuno sbocco per una qualsivoglia via che porti infine alla pace, cioè a un assetto duraturo che soddisfi tutti. Alla giornaliera, ripugnante azione terroristica da parte araba, Israele risponde non solo con un inasprimento militare terrificante ma anche con la strisciante ed illegale occupazione territoriale da parte dei cosiddetti coloni, atto quest'ultimo che inasprisce ancor più la controparte. Il processo si avvita in azioni e reazioni sproporzionate. I mezzi usati sono insensati, ben al di là di ogni legalità, di ogni diritto, di ogni senso di giustizia, comunque li si guardi, chiunque dei due ne sia il soggetto.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa se fino all'11 settembre questo orrore sembrava limitarsi alla regione, in quello sventurato giorno il mondo ha scoperto che la terribile violenza di due popoli quasi combattenti all'ultimo sangue si rivelava a sua volta spaventoso detonatore di un congegno ancora più raggelante e violento, squassando il cuore propulsivo dell'America, dell'Occidente, si potrebbe anche dire: del mondo. Il terrorismo islamico ha alzato il tiro spostandosi dal relativo del nemico diretto al relativo del Paese che quel nemico da sempre ha sostenuto intensamente con tutti i mezzi di cui poteva disporre, anzi all'assoluto di qualsiasi Paese amico di questo potentissimo Paese. Questo spaventoso incremento però non è stato perpetrato da palestinesi, ma da uomini che con essi hanno in comune solo il culto.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaE' possibile pensare che più di un palestinese in queste decine di anni di stato di guerra con Israele abbia visto nell'America la seconda fonte delle loro sempre più marcate restrizioni, delle loro sempre più dure umiliazioni, delle loro sempre più cocenti disfatte. Ma a sferrare l'attacco di terrore assoluto sono state forze trascendenti gli obiettivi anche dei palestinesi più esasperati. Ora i palestinesi si trovano ad avere in Bin Laden un alleato scomodo, ingombrante. Essi infatti hanno sempre cercato di utilizzare l'America, ancorché fonte individuata della vitalità del loro nemico, anche come l'unica potenza capace di piegare alla ragione Israele. (Segue)

Vai alla pagina 2 di 7 · Indice dei documenti · Inizio pagina



(Pagina protetta dai diritti editoriali).

* * *

 

HOMEPAGE · CONVIVIUM · ACÙLEUS · HORTUS · GYMNASIUM
ROMANO AMERIO · EIKÒNA · THESAURUS · CALENDARIUM 

Sito realizzato da BLUQUADRO