cerca nel sito Enrico Maria Radaelli
Sito di metafisica e teologia per un progetto culturale cattolico Aurea Domus Aurea Domus Aurea Domus

HOMEPAGE > GYMNASIUM INDICE

GYMNASIUM.

RACCOLTA DI RECENSIONI, OBIEZIONI E CARTEGGI
SUGLI SCRITTI DI ENRICO MARIA RADAELLI.
*

* * *


I
NDICE DEI DOCUMENTI E INTRODUZIONE.


piero vassallo
recensisce
« la chiesa ribaltata ».

Recensione pubblicata su
«
Riscossa cristiana »
il 7 settembre 2014.

Frà Alexis Bugnolo’s Review
DOGMA’S
– TERRIBLE OR RADIANT ? –
TOMORROW.

The original review is published in
« From Rome. An international
venue for catholic thought
»
(Traduzione italiana a pagina 2)


Sandro Magister,

« www.chiesa.espressonline.it »,
28 aprile 2007
“la civiltÀ cattolica”
rompe il silenzio.
su
romano amerio.

“Amerio fu punito con l’ostracismo.
Ma ora si scopre che la sua tesi centrale è la stessa di Benedetto XVI”.

English version - En Français - En Español


Convegno su Romano Amerio
ad Ancona il 9 novembre 2007,
promosso dal Centro Studi Oriente Occidente nel decennale della morte.

I cOMMENTI
DI sANDRO mAGISTER,
DE « l’oSSERVATORE rOMANO »
E DE « iL fOGLIO ».
(10 novembre 2007)


Sandro Magister,
« www.chiesa.espressonline.it »,
6 giugno 2011
SOLO LA BELLEZZA CI SALVERÀ.
Recensione a “La bellezza che ci salva”.
English version - En Français - En Español


Sandro Magister,

«
www.chiesa.espressonline.it »,
15 aprile 2003
ECUMENISMO ULTIMA ERESIA.
“Un cattolico tradizionalista accusa.
E l’accusa colpisce anche il Papa”
.
English version - Version française


La prima recensione
di un libro di E. M. Radaelli
su « Civiltà Cattolica »:
(n.3772, 17 marzo 2007, pp. 622-23).

RECENSIONE DI:
“ROMANO AMERIO.
DELLA VERITÀ E DELL’AMORE”.

“Amerio fu punito con l’ostracismo.
Ma ora si scopre che la sua tesi centrale è la stessa di Benedetto XVI”
.


Renzo Lavatori, « Divinitas »,
anno XLVI, n. 3, dic. 2003.

RECENSIONE SU « DIVINITAS »
de “Il mistero della sinagoga bendata”.

di Enrico Maria Radaelli.
(Con due brevi postille dell’Autore)


Antonio Livi, « Filosofia oggi »
n 27 (115-118), gennaio-marzo 2004
antonio livi: RECENSIONE DI
“Il mistero della sinagoga bendata”.

di Enrico Maria Radaelli.
English version

Renzo Lavatori, « Divinitas »,
anno LI, n. 1, gen. 2008
:
RECENSIONE SU « DIVINITAS »
di “ingresso alla bellezza”.

di Enrico Maria Radaelli.
(Con breve commento dell’Autore)


Ennio Innocenti, « Presenza divina »
anno X, n. 122, settembre 2003
ATTUALITÀ DEL CONFRONTO
FRA CAIFA E GESÙ.
Perplessità dell'esegesi dell'area cattolica.
.

« Corrispondenza Romana »
n. 819/05 e 06 (2 agosto 2003).
DISCUSSIONI SUL RAPPORTO TRA CHIESA ED EBREI
e DIALOGO INTERRELIGIOSO: POLEMICHE.
(su Il Mistero della Sinagoga bendata.)

Curzio Nitoglia, « Sodalitium »
n. 56, anno XIX, n. 2, sett. 2003
RECENSIONE su « sodalitium »
de “Il mistero della sinagoga bendata”.


Obiezioni di un sacerdote
(a proposito de
Il Mistero della Sinagoga bendata)
trE ObieZIONI teologiche
al libro« il mistero della
sinag
oga bendata ».
Con risposta dell’Autore.

« Aquinas »
RECENSIONE
DI “ingresso alla bellezza”.

di Donatella Bianchi


« 30Giorni », n. 4, aprile 2008.

RECENSIONE DI:
“ROMANO AMERIO.
DELLA VERITÀ E DELL’AMORE”.

di Walter Montini


« ADISTA »
n. 23, 22 marzo 2003

TEOLOGO OPUS DEI E AVVENIRE PUBBLICIZZANO LIBRO
CONTRO IL PAPA E IL CONCILIO.
Segue
ReplicA DELL'AUTORE.
« Il Sole/24Ore »
n. 66, 7 marzo 2004, p. 28

INTELLETTUALI E FASCISMO:
COLPA DI CROCE?


Introduzione su Internet
INTRODUCTION AT THE MYSTERY OF THE BLIND-FOLLED SYNAGOGUE.
del Prof. Corrado Trinci
Traduzione italiana.

Enrico Maria Radaelli
AD SILENTIUM PASTORUM.
Perché sia rotto il silenzio
dei Pastori intorno al libro
Il Mistero della Sinagoga bendata.

Il Mistero della Siangoga bendata

LES FAUX MONOTHÉISMES.
Rédacteur: Yves Chiron,
sur « Aletheia » n. 57, Ve année,
9 mais 2004, p. 4.


« Corrispondenza Romana »
n. 940/06 (1 aprile 2006).
RECENSIONE DI:
“ROMANO AMERIO.
DELLA VERITÀ E DELL’AMORE”.


Ennio Innocenti, « Scrittori italiani »
anno I, n. 2, settembre 2003

ESEGESI E TEOLOGIA CATTOLICHE:
LE TESI DI RADAELLI.
(a proposito de
Il Mistero della Sinagoga bendata.)

« Inter Multiplices Una Vox »
RECENSIONE SU
« INTER MULTIPLICES UNA VOX »
de “il mistero della sinagoga bendata”.

Foglio d’informazione per la
Tradizione Cattolica, anno V, n. 1, aprile 2004. (« www.unavox.it »)

Antonio Livi,
« Background Information »
anno III, n. 1-3, gen.-giug. 2003

IDEOLOGIE E RELIGIONE.
Un libro di Radaelli
e qualche polemica.

« Corrispondenza Romana »
1019/07, 1 dicembre 2007).

RECENSIONE DI:
“ingresso alla bellezza.
fondamenti a un’estetica trinitaria”.


« Il Foglio », 14 giugno 2008, p. X.
RECENSIONE DI:
“ingresso alla bellezza.
fondamenti a un’estetica trinitaria”.
Marco Burini

 


Sandro Magister annuncia:
il capolavoro di romano amerio torna in libreria.
lo ristampa lindau.
Su « Settimo Cielo », di Sandro Magister
12 marzo 2009.

Brunero Gherardini:
RECENSIONE DI:
“La bellezza che ci salva”.

anno LIV, n. 3 - 2011
pp. 370-72.

Vincenzo Sardelli:
RECENSIONE DI:
“ingresso alla bellezza.
fondamenti a un’estetica trinitaria”.

Su « Studi Cattolici », aprile 2009
pp. 317-8.
   
   
   

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaINTRODUZIONE.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaSulle anfore, sui crateri e sugli oinochòe greci sono spesso raffigurati dei giovani atleti intenti alle loro magnifiche gesta. Infatti i giovani Lacedemoni e i giovani Ateniesi si addestravano negli esercizi fisici, nelle gare e nella lotta liberandosi delle vesti, a corpo nudo, gymnos, sia per essere sciolti e freschi nei movimenti, sia per esaltare l’atleticità dei corpi. E il luogo dove si compivano gli eroici sforzi e le grandi prodezze, e si inseguivano le alate vittorie, veniva chiamato gymnasiòn, il latino gymnasium, perché costì il cittadino, per svolgere le attività atletiche, deponeva le vesti e sceglieva gli attrezzzi con cui avrebbe misurato le forze della natura e gli avversari.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaSuccede spesso che le realtà che cadono sotto i nostri sensi, per quanto vere e concretamente indubitabili, siano anche alba figura di cose ben più vere, più meridiane e in maggior misura vere. Sicché, come per i giovani Greci il gymnasium, vi è un luogo per tutti e tutti gli uomini dove la verità depone le vesti delle passioni, i mantelli dell’Io soggettivo, i calzari delle intenzioni aprioristiche, e a volte lascia a terra persino la tunichella delle più velate preoccupazioni per misurarsi nelle gare che la attendono senza impacci e impedimenti, e mostrarsi vittoriosa nella sua più nuda e sfavillante purità.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuesto luogo elevato dello spirito è propriamente il sillogismo: sotto il sole che fa luce alle cose, l’uomo nel sillogismo si sveste di ogni soggettività e saggia la propria ragione.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMisura le forze dell’intuizione con il giavellotto: più lontano trafigge la terra, più lungimirante e formidabile è l’intuizione.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaSaggia l’acutezza della mente con il dardo incoccato nell’arco: centrando il lontano bersaglio giunge a individuare il punto specifico essenziale sui piani dei generi e i cerchi restringenti delle specie.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaProva la forza del ragionamento con i pesi: se i due primi princìpi dell’essere si reggono sulle possenti gambe dell’è e del non-è, e i tricipiti delle due premesse e della conclusio innalzano il ragionamento sopra tutte le falsità, ecco raggiunto il trofeo della verità.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaCollauda l’ampiezza universale della tesi con il dècathlon: se la potenza dell’enunciato regge le dieci conseguenze più ultime, e le scioglie, ecco che la verità si impone vittoriosa e splendida sul mondo.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaSono molte le specialità di atletica in cui la ragione si cimenta nel sillogismo. E certamente la tenzone si fa strenua quando l’atleta deve misurarsi con i rivali. Ecco che allora nel gymnasium le gare portano a misurare la forza veritativa degli asserti scuola contro scuola, città contro città, bandiere contro bandiere, perché anche i più teoretici e forti ragionamenti non sempre e non da tutti vengono colti nella fragranza della loro inoppugnabilità, ma vengono discussi ora su un punto, ora su un altro, ora sotto un aspetto e ora sotto un altro, secondo i timori e le convinzioni spesso passionali degli uomini, che troppo spesso non riescono a riconoscere alla verità la forza intrinseca del suo essere verità, ma la piegano e soggiacciono a forze tutte ad essa straniere.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaRecensioni, obiezioni, stroncature, critiche, apprezzamenti, richieste di approfondimenti, di specificazione, sono tutte cose che spingono i filosofi a misurarsi nell’agone, forse anche ricominciando tutto dall’inizio, magari anche mettendo ancora tutto sulla dubitativa.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaE davvero tutto sarebbe dubitativo, nel gymnasium, se sopra il luogo teoretico del sillogismo dove la verità ha da rifulgere nella sua perfetta e statuaria nudezza vi fosse solo un pesante e oscuro grigiore: foschia intorno al giavellotto che dovrebbe mostrare la lungimiranza dell’intuizione, caligine sul punto nero del centro del bersaglio che così non mostra la trafittura acuta della mente sulla cognizione, tenebra sulla misura che dice quali conseguenze sono state soppesate dalla ragione, oscurità sulle dieci fatiche che hanno vagliato l’universalità delle proposizioni.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa sopra il gymnasium non vi è buio, ma luce netta come data da buccina, e luce che viene dall’alto, da un sole fuori del gymnasium, al cui splendore tutto si avvera. Dunque sopra il sillogismo del ragionamento si vede bene ciò che succede: si vede se i ragionamenti obiettori sono teoretici o pratici, ovvero filosofici o politici, metafisici e scientifici o piegati a estranee esigenze. L’agone si dà, e l’agone si deve dare, ma alla luce del sole azimutale cui niente è nascosto e da cui ogni ombra di passione fugge e si annienta.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaBasterebbe il sole per fugare ogni dubbio in ogni ombra, ma il sole si fa ancora più presente alle incertezze degli atleti e degli spettatori, mostrando con il canto degli uccelli dell’aria quanto esso riscaldi, con i fili d’erba dei prati quanto ravviva, con i fiori e i frutti dai rami quanto esso animi e inturgidisca tutte le cose. Filosofi e cittadini, ricercatori e semplici vengono dunque rassicurati dalla certezza irrefragabile della verità che si mostra nella realtà e nel sillogismo, e nel legame tra realtà e sillogismo, non solo dalla prepotente luce divina che splende su ogni cosa, ma dalle prove della sua sorridente presenza date dai miracoli e dagli insegnamenti contenuti nelle sacre Scritture e nella Tradizione del santo Magistero.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaInfatti il gymnasium non si conclude per sollazzo terrestre, ma è scala e prova decisiva per giungere al Trofeo che attende gli atleti vittoriosi e i retti spettatori nella verità dei cieli.

* * *

(Pagina protetta dai diritti editoriali.)

* * *

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaInizio pagina

HOMEPAGE · CONVIVIUM · ACÙLEUS · HORTUS · GYMNASIUM
ROMANO AMERIO · EIKÒNA · THESAURUS · CALENDARIUM 

Sito realizzato da BLUQUADRO