cerca nel sito Enrico Maria Radaelli
Sito di metafisica e teologia per un progetto culturale cattolico Aurea Domus Aurea Domus Aurea Domus

HOMEPAGE > GYMNASIUM INDICE >
RECENSIONE DI S. MAGISTER


F
INE DI UN TABÙ:
ANCHE ROMANO AMERIO
È UN “VERO CRISTIANO”.


Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaAmerio fu il più grande degli oppositori tradizionalisti nella Chiesa del XX secolo e per questo fu punito con un generale ostracismo.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica Ma ora si scopre che la sua tesi centrale è la stessa di Benedetto XVI. Il quale vuol far pace coi lefebvriani.


Recensione di Sandro Magister su www.chiesa.espressonline.it.


Romano amerio

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaROMA – 6 Febbraio 2006 – Per la mattina di lunedì 13 febbraio Benedetto XVI ha convocato i cardinali prefetti delle congregazioni vaticane per decidere su due questioni: la revoca della scomunica ai seguaci dell’arcivescovo Marcel Lefebvre e l’allargamento della facoltà di celebrare la messa in latino secondo il rito stabilito dal Concilio di Trento.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLo scisma lefebvriano e la difesa della messa tridentina sono entrambi espressione dell’opposizione tradizionalista al Concilio Vaticano II e alle innovazioni che ne sono seguite.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaBenedetto XVI ha già fatto passi importanti verso una ricomposizione di queste divergenze.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl 29 agosto, a Castelgandolfo, ha ricevuto i due maggiori responsabili della Fraternità lefebvriana, Bernard Fellay e Franz Schmidberger, “in un clima di amore per la Chiesa e di desiderio di arrivare alla perfetta comunione”.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl 22 dicembre, nel discorso prenatalizio alla curia vaticana, ha dato un’interpretazione del Concilio Vaticano II che tiene conto della serietà di alcune critiche avanzate dai tradizionalisti. In particolare, il papa ha voluto rassicurarli che il decreto conciliare sulla libertà religiosa non deve essere inteso come un cedimento al relativismo.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaInoltre, fin dalla prima messa celebrata dopo la sua elezione Benedetto XVI s’è mosso nel solco della grande tradizione liturgica, ridando spazio al latino e al canto gregoriano.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa c’è un elemento ancor più sostanziale che avvicina i tradizionalisti al magistero di Benedetto XVI: il primato da lui dato alla verità.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl messaggio del papa per la giornata mondiale della pace, ad esempio, stabilisce fin dal titolo questo primato: “Nella verità, la pace”.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaE anche la sua prima enciclica “Deus Caritas Est” l’ha scritta per restituire verità all’amore: “La parola ‘amore’ oggi è così sciupata, consumata, abusata. Dobbiamo riprenderla, purificarla e riportarla al suo splendore originario”.

* * *

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaEbbene, proprio il primato della “veritas” è il cuore del pensiero del più autorevole e colto rappresentante dell’opposizione cattolica tradizionalista alla Chiesa del XX secolo: il filologo e filosofo svizzero Romano Amerio (vedi foto), morto a Lugano nel 1997 a 92 anni di età.
Amerio condensò le sue critiche in due volumi: “Iota unum. Studio delle variazioni della Chiesa cattolica nel XX secolo”, cominciato nel 1935 e ultimato e pubblicato nel 1985, e “Stat Veritas. Sèguito a Iota unum”, uscito postumo nel 1997, entrambi per i tipi dell’editore Riccardo Ricciardi, di Napoli.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl primo di questi volumi, di 658 pagine, fu ristampato tre volte in Italia per complessive settemila copie e poi tradotto in francese, inglese, spagnolo, portoghese, tedesco, olandese. Raggiunse quindi molte decine di migliaia di lettori in tutto il mondo.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa nonostante ciò, un quasi totale silenzio da parte dell’opinione pubblica cattolica punì Amerio sia quando era in vita sia dopo: lui che pure mai accondiscese allo scisma lefebvriano e fu sempre fedelissimo alla Chiesa.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaUna recensione di “Iota unum” scritta per “L’Osservatore Romano” nel 1985 dall’allora prefetto della Biblioteca Ambrosiana monsignor Angelo Paredi – su richiesta del direttore del giornale vaticano, Mario Agnes – non fu mai pubblicata.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaPer assistere al primo convegno di studi sul pensiero di Amerio si è dovuto attendere il 2005. Il convegno si è tenuto a Lugano con il patrocinio della locale facoltà di teologia e alla presenza del vescovo, ma anche su questo convegno l’attenzione è stata minima.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaOra però un discepolo di Amerio, Enrico Maria Radaelli, ha finalmente pubblicato una monografia su questo filologo e filosofo a lungo ostracizzato, autore – oltre che dei due libri citati – dell’imponente edizione critica in trentaquattro volumi degli scritti del grande pensatore del XVI secolo Tommaso Campanella, di tre volumi dedicati alle “Osservazioni sulla Morale Cattolica” di Alessandro Manzoni, e di studi su Epicuro, Paolo Sarpi, Giacomo Leopardi.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIl saggio di Radaelli, stampato da Marco Editore e in vendita nelle librerie dal gennaio del 2006, ha per titolo: “Romano Amerio. Della verità e dell’amore”.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaEsso include testi inediti tra cui la recensione non pubblicata dall’”Osservatore Romano”. E si distingue per una serie di contributi esterni di particolare interesse.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaL’introduzione al volume ha per autore don Antonio Livi, sacerdote dell’Opus Dei, preside a Roma della facoltà di filosofia della Pontificia Università Lateranense.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaAltri contributi sono di due vescovi italiani: quello di Albenga e Imperia, Mario Oliveri, e quello di Trivento, Antonio Santucci.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaInfine, c’è un commento scritto da don Divo Barsotti, una delle figure più influenti e rispettate del cattolicesimo italiano dell’ultimo secolo, fondatore di una comunità spirituale, la Comunità dei Figli di Dio, che comprende i più diversi stili di vita: uomini e donne che abbracciano i voti monastici, semplici sacerdoti, coppie di sposi con bambini. Oggi la sua comunità conta circa 2000 persone, in Italia e in vari altri paesi: Australia, Colombia, Croazia, Benin, Sri Lanka. Appartiene ad essa l’attuale vescovo di Monreale, in Sicilia, Cataldo Naro.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDon Barsotti ha 92 anni, vive vicino a Firenze, a Settignano, in una casa intitolata al santo russo Sergio di Radonez, e questa sua pagina su Romano Amerio e forse l’ultima che è stato capace di scrivere di suo pugno. Ma è di fulminea densità.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDon Barsotti coglie in pieno l’essenza della critica formulata da Amerio, che definisce “un vero cristiano”. E sostiene che essa ha un fondamento valido: perché l’errore maggiore nella Chiesa d’oggi è precisamente quello di togliere la verità dal primo posto.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuando invece “il progresso della Chiesa [deve] partire da qui, dal ritorno della santa Verità alla base di ogni atto”.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaBalza evidente la consonanza di questa tesi con il magistero di papa Joseph Ratzinger.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa ecco lo scritto di don Barsotti:

”Solo dopo avere costruito il fondamento della verità...”

di Divo Barsotti

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaAlla mia venerabile età forse non prenderò più in mano la penna, o forse la prenderò, non so. Però, anche se con grande fatica ormai, io vorrei approfittare della bella occasione che mi si offre, e far conoscere in qualche tratto minimo il mio pensiero su un cattolico vero a me caro come fu Romano Amerio.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMi ha colpito infatti, di questo libro di Enrico Maria Radaelli, “Romano Amerio. Della verità e dell’amore”, come e quanto l’autore sia riuscito a stringere in pochi concetti – anzi forse in un concetto solo – la sostanza della filosofia e dell’atteggiamento di uno scrittore come Amerio che, specialmente con il suo famoso libro “Iota unum”, tanto turbò le coscienze cattoliche.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa lettura del libro di Radaelli, che è la prima monografia che si abbia su Amerio, mi ha attratto fin dal titolo: parlare di Romano Amerio – egli sembra dire – è parlare di un ordine della verità e della carità, dove la prima è congiunta alla seconda, ma la precede.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaAmerio dice in sostanza che i più gravi mali presenti oggi nel pensiero occidentale, ivi compreso quello cattolico, sono dovuti principalmente ad un generale disordine mentale per cui viene messa la “caritas” avanti alla “veritas”, senza pensare che questo disordine mette sottosopra anche la giusta concezione che noi dovremmo avere della Santissima Trinità.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaLa cristianità, prima che nel suo seno si affermasse il pensiero di Cartesio, aveva sempre proceduto santamente facendo precedere la “veritas” alla “caritas”, così come sappiamo che dalla bocca divina del Cristo spira il soffio dello Spirito Santo, e non viceversa.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaNella lettera con cui Amerio presenta al filosofo Augusto Del Noce quello che sarà poi il celebre “Iota unum”, egli spiega chiaramente il fine per cui lo ha scritto, che è “di difendere le essenze contro il mo-bilismo e il sincretismo propri dello spirito del secolo”. Cioè difendere le tre Persone della Santissima Trinità e le loro processioni, che la teologia insegna avere un ordine inalterabile: “In principio era il Verbo”, e poi, riguardo all’Amore, “Filioque procedit”. Cioè l’Amore procede dal Verbo, e mai il contrario.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDi rimando Del Noce, [...]
_____
Il libro:

Enrico Maria Radaelli, “Romano Amerio. Della verità e dell’amore”, Marco Editore, Lungro di Cosenza, 2005, pp. 344, euro 25,00.

Sandro Magister, su www.chiesa.espressonline.it

* * *

(Pagina protetta dai diritti editoriali.)

* * *

Inizio pagina

HOMEPAGE · CONVIVIUM · ACÙLEUS · HORTUS · GYMNASIUM
ROMANO AMERIO · EIKÒNA · THESAURUS · CALENDARIUM 

Sito realizzato da BLUQUADRO