cerca nel sito Enrico Maria Radaelli
Sito di metafisica e teologia per un progetto culturale cattolico Aurea Domus Aurea Domus Aurea Domus

HOMEPAGE > GYMNASIUM INDICE >
AD SILENTIUM PASTORUM /3


A
D SILENTIUM PASTORUM.


PERCHÉ SIA ROTTO IL SILENZIO DEI PASTORI DELLA CHIESA
INTORNO AL LIBRO IL MISTERO DELLA SINAGOGA BENDATA.
(Pagina 3)


(Torna a p. 2) Forse quei pastori tacciono I): perché ritengono che il libro, riproponendo una metafisica trinitaria classica contrapposta a una teologia ecumenica ancora non dogmatizzata, non contenga una tesi cattolica nel senso evolutivo e odierno del termine ma, non avendo argomenti persuasivi, per togliere ad esso importanza, lo ignorano.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaII
) oppure anche: i pastori tacerebbero perché, dovendo riconoscere che la tesi trinitaria è invece serenamente cattolica, essa smonta il poco cattolico ecumenismo degli ultimi quarant'anni.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIII) oppure, per ultimo, i pastori tacciono non perché il libro sia diverso dalla dottrina, ma perché riterrebbero il libro in contrasto con gli interessi contingenti della Chiesa, quali l’ecumenismo, e questa è una ragione pratica. Ma questo non è vero perché il libro dimostra di appoggiare gli interessi della Chiesa, sia quelli contingenti, quali potrebbero essere gli incontri con i popoli di religione giudaica e islamica, riportandoli nel giusto alveo; sia quelli ultimi, che sono di tenere il depositum fidei preservato da ogni errore e da ogni mondana preoccupazione.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaMa in ogni caso, teoretico o pratico che sia, ecclesiastici e intellettuali assumono una posizione, alla lunga, forse poco difendibile.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaNel I caso infatti essi dovrebbero dimostrare dove il libro non è cattolico: nella tesi? Ma la tesi è doverosa per ogni cattolico, anzi bisogna dire che ogni pastore cattolico dovrebbe fare sua la tesi come principio di tutto il proprio insegnamento e, se non lo ha fatto, lodi il Signore di aver permesso a un fedele cattolico di aver compiuto il suo e l’altrui dovere. Negli argomenti, allora? Ma essi sono tutti piuttosto tomisti; bisognerebbe dissentire da san Tommaso, cosa non sempre impossibile, per tenere una posizione che comunque salvaguarda il fedele dal pericolo di relativizzare la fede più di ogni altra.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaNel II caso si tratta di avere ciò che sempre i conduttori della Chiesa hanno avuto: il coraggio di riconoscere e di dire responsabilmente la verità. Sempre il Signore ha permesso nei secoli che la sua Chiesa fosse scossa da sommovimenti anche intestini per mettere al vaglio le coscienze di ciascuno: pastori e fedeli. E il vaglio è la verità, il dogma. Il III caso discende dal secondo, e anche la sua soluzione.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIn generale: tutto il libro è una collezione delle posizioni dottrinali e pratiche cattoliche che, sotto vari aspetti della scienza teologica (esegetici, metafisici, logici, storici, gnoseologici, ermeneutici), più saldamente ripugnano il pericolo dell’indifferentismo dogmatico come il più temibile del cattolicesimo.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaCome scrive monsignor Livi, « vi sono nel libro molti e importanti motivi per tentare un chiarimento rispetto ai soliti luoghi comuni sulle “tre religioni monoteistiche”, che molti vorrebbero mettere sullo stesso piano proprio per negare implicitamente al cristianesimo nientemeno che la sua essenza, ossia la fede nella Trinità, rivelata da Cristo, il Figlio di Dio fatto uomo ». 1 [Antonio Livi, Che cosa volevano dire Radaelli e Livi, Note dell’autore e del prefatore, su « Background Information », anno III, n. 1-3, gennaio-giugno 2003, pag. 23.]

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica5. Ma se qualcuno ritiene invece che il libro non sia in tutto cattolico lo dica, ne indichi i punti critici, e lo faccia con severa, ma attiva e sollecita benevolenza. L’autore del libro certo riconoscerà l’errore, se errore c’è, oppure dimostrerà la limpidezza del suo scritto.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIn entrambi i casi si mostra necessario parlare, abbandonare il silenzio.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaForse bisogna ritenere che il motivo per cui i pastori della Chiesa preferiscono ignorare il libro sia un motivo estrinseco: l’impostazione dialogica dell’ecumenismo attuale, impostazione che andrebbe radicalmente e universalmente corretta con un movimento cataclismatico.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaQuesto è forse il vero motivo della ritrosia e della sorda ostilità con cui alcuni ecclesiastici e maggiorenti laici guardano il libro e la sua tesi centrale senza tener conto delle chiare indicazioni del Papa, né delle larghe e lungimiranti impostazioni religiose e culturali indicate dal cardinale Camillo Ruini in qualità di Presidente della CEI.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaDi fronte essi si costituiscono così due alternative:

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaI alternativa): mantenere il muro del silenzio, malgrado si veda che esso dia segnali di sgretolamento, provveduto da animi coraggiosi come quelli citati, nell’infondata speranza che malgrado tutto la coltre che funzionò per quarant’anni contro la verità funzioni per altri quaranta. Ma gli animi davvero cattolici questa via non la seguiranno. È una via, oltretutto, a breve termine.
Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaII alternativa): denunciare immediatamente la propria adesione alla cattolicità della tesi del libro, e dei suoi argomenti, con prudenza, consiglio e umiltà, ma anche con il fervore religioso che simili cose meritano, correggendo pacificamente e attentamente sùbito gli abusi più spinti e i loro princìpi, come sollecitato dal Santo Padre e rimarcato da monsignor Livi, e in sèguito i meno illeciti. Il coraggio e la rettitudine sono sempre premiati, in misura a loro direttamente e soverchiamente proporzionale.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaIn conclusione: posto che l’autore del libro per sé non chiede niente, e anzi si rende disponibile a ogni chiarimento, i pastori della Chiesa e tutti gli uomini messi a riferimento dei fedeli attraverso riviste e giornali, non solo sembra sia bene, bello e ragionevole che prendano posizione esplicita sul libro, ma sembra del tutto giustificato che essi si risolvano a una posizione favorevole all’esposizione della tesi e di tutta la dottrina proposta, irrefragabilmente e sanamente cattoliche, e più certamente cattoliche dell’ecumenismo esposto nella formula: « Le tre grandi religioni monoteiste adorano un unico Dio », oggi formula quasi-dogmatica per quanto eretica.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolicaSi tratta allora di cogliere positivamente e di slancio una tra le non poche occasioni odierne per ridare al popolo cristiano il senso dell’Aurea Domus che esso stesso è, che è la sua grande cultura religiosa, che è la sua incomparabile metafisica trinitaria, sorgente di nobili e promettenti concetti, che è il suo unico e ineguagliabile senso di appartenenza a Dio, alla sua creazione, al suo fine luminoso, al suo immenso amore, al suo Verbum immenso d’amore. (Torna a p. 1)

E. M. R.

Aurea Domus - Metafisica e teologia cattolica

* * *

(Pagina protetta dai diritti editoriali.)

* * *

 

Inizio pagina

HOMEPAGE · CONVIVIUM · ACÙLEUS · HORTUS · GYMNASIUM
ROMANO AMERIO · EIKÒNA · THESAURUS · CALENDARIUM 

Sito realizzato da BLUQUADRO